VoD Blog
facebook ico   issuu ico   slideshare ico   linkedin ico   youtube ico  

Search Our Site

Community e makerspace come strumenti di nuovo sviluppo

Alessio Barollo

Dicembre 2012

Massimo Banzi (massimobanzi.com), monzese, 44 anni, ha creato il processore Arduino, rivoluzionario hardware open source,  insegna interaction design e ha contribuito all’apertura di Officine Arduino, primo Fablab italiano, a Torino. Massimo è salito sul palco dell’ultimo Ted Global di Edimburgo, ecco le sue idee su opensource applicato al design, crowdsourcing e fab lab.

Leggi e scarica la versione completa dell'articolo

Dal padiglione USA ai casi italiani

Linda Comerlati

Novembre 2012

Il padiglione statunitense all'ultima Biennale di architettura di Venezia ha esposto un lavoro del gruppo Spontaneous Interventions, che si occupa di raccogliere e catalogare esperienze di progettazione urbana di tipo, appunto, spontaneo. Il fenomeno, che molti identificano anche come urbanistica tattica, o urbanistica “do it yourself” o ancora città “help yourself”, è oggi in crescita specialmente nelle città americane, e ha radici che vanno ricercate a partire dagli anni '50. La scelta di dedicare il padiglione al tema è molto significativa, specialmente rispetto al titolo della manifestazione “Common Ground”.

 Leggi e scarica la versione completa dell'articolo

Esperienze di crowdsourcing e crowdfunding

Alessio Barollo, Linda Comerlati

Ottobre 2012

crowdfuture.png
Lo scorso 27 ottobre siamo stati invitati a organizzare uno dei workshop presenti all’interno di Crowd Future, la prima convention in Italia interamente dedicata al crowdfunding.
Voglio farvi una domanda, “Qual è la tua idea per ricostruire l’Emilia?”, ognuno in base alle proprie esperienze, alla propria cultura e alla propria creatività darà una risposta diversa per contenuto e tematiche. Ora immaginiamo di inserire tutte queste idee in una piattaforma che le divide in categorie; grazie al feedback verranno scartate quelle irrealizzabili e grazie a un click su “like” ne risulterà una vincitrice.

Un’opportunità per EU2020

Alessio Barollo

Ottobre 2012

Il mondo viene a conoscenza per la prima volta della parola crowdsourcing nel giugno del 2006 nell’articolo  del giornalista Jeff Howe scritto per la rivista Wired USA. Alla fine del 2012 saranno presenti nel mondo più di 530 piattaforme di crowdsourcing (un aumento del 60% rispetto al 2011), questo potrebbe essere il segnale che i metodi crowd possono essere un’alternativa economica in una situazione di crisi in cui naviga l’Italia e buona parte d’Europa.

Leggi e scarica la versione completa dell'articolo

 

 

Forme libere in architettura con processi industriali

Linda Comerlati, Lucia Miotti

Ottobre 2012

DIGITECH

Gli italiani sono stimati per essere un popolo creativo, da Leonardo a Totò a Rita Levi Montalcini, ognuno di loro ci ha stupito per la forza della loro intelligenza, per la genialità delle loro intuizioni. Questa settimana abbiamo fatto visita a due italiani che lo sono in modo singolare, unico al mondo.
Si tratta dei fratelli Enrico e Riccardo Dini, fondatori dell’azienda Dinitech di Pisa, specializzata in stampa 3D a scala architettonica. I macchinari, disegnati e costruiti dagli stessi, stampano grandi oggetti in un materiale simile alla pietra. La via è aperta a nuove collaborazioni per sfruttare al massimo le potenzialità di questa macchina unica al mondo.

Leggi e scarica la versione completa dell'articolo

Un workshop per conoscere il crowdfunding

Alessio Barollo, Linda Comerlati

Ottobre 2012

ricostruiamoci_crowdfuture.png

Roma, 27 ottobre 2012, è la sede designata per Crowdfuture, la prima convention in Italia dedicata al crowdfunding. Dalle ore 14.30, nella sede della Libreria Assaggi (http://www.libreriaassaggi.it/) Alessio Barollo e Linda Comerlati daranno la possibilità a tutti gli interessati di ricreare in un luogo fisico l’esperienza di uso di una piattaforma crowd, riproponendo la stessa situazione che si verifica durante la navigazione in internet. Il contesto di riferimento sarà quello delle zone emiliane colpite da terremoto e vedremo come i metodi crowd possano essere utili a ricostruire in modo sostenibile tali aree, toccando con mano il funzionamento dei processi orizzontali.Il Workshop è per chi ha idee da lanciare. Abbiamo pensato a un pomeriggio dove sperimentare, discutere e anche un po’ giocare con 25 partecipanti.La partecipazione al Workshop è aperta a chi vuole scoprire qualcosa di nuovo mettendo in gioco la propria creatività. 

Per iscrizioni: http://www.crowdfuture.net/tickets?ricostruiamoci

How to make almost anything

Alessio Barollo

Settembre 2012

fablab_1.jpg

2005, Boston, MIT University, is starting the course “How to make almost anything”, held by prof. Neil Gershenfeld, director of the Research Center Atoms & Bits. The course was created with the idea of ​​learning for engineering students to use sophisticated machinery and innovative technologies (3D printing, CNC machines, laser cutting machines, etc. ...), but soon it was noted that creativity was the main feature. In fact, thanks to the use of these tools, it was possible to implement ideas that until recently could only be on paper. From this premise, the philosophy of Fabrication Laboratory, or Fab Lab, was inspired. [...]

Read and download the complete article HERE.

Collaborative design at the Mit Media Lab in Boston

Linda Comerlati

Settembre 2012

digital revolution-biological revolution

The most famous laboratoy of MIT Chicago is the Media LAb, founded by Nicholas Negroponte and Jerome Wiesner almost thirty years ago. After the first phase focusing on the digital revolution (’80s and ‘90s), the Lab experimented the interaction between atoms and bits (’90s-2000). Nowadays the new technological paradigm is biology. The study of natural structures enables scientists to build generative softwares, that can interact with human mind. The global community is the reference subject: the aim of the Lab is to create open source softwares so that each community can design its own tools. The annual Inside Out conference is a window to share knowledge, and it is organized in Community, Mind and Body, as if it were a real organism.

Read and download the complete article HERE.